Addio e Grazie 2015, mi hai fatto tanto bene…

Ultimo giorno dell’anno. Mi vedo sulla soglia di questo nuovo vasto immenso luminoso domani che attende tutti noi, mentre alle mie spalle sta accostandosi la porta che chiuderà questo faticoso ma straordinario 2015, così tanto affollato di persone, situazioni ed eventi personali e collettivi, da mettere in crisi anche la più brillante delle memorie.

Un anno che ci ha visti impegnati in un enorme lavoro di “ripulitura” a tutti i livelli. Un anno che ci ha portato innumerevoli occasioni di “revisione” delle nostre istanze interiori e di superamento dei nostri limiti e blocchi. Che sia avvenuto consapevolmente o meno, è indubbio che questo processo abbia riguardato tutti i membri della famiglia umana. Con che risultati… lo sapremo solo vivendo e continuando a procedere lungo le vie imperscrutabili e sorprendenti dell’avventura che chiamiamo Vita.

Questo è stato un anno estremamente particolare sotto tutti i punti di vista e pertanto, per quanto non sia proprio nel mio stile discutere di “bilanci”, stavolta sento di farlo, poiché la sensazione chiara e inequivocabile che in molti abbiamo è che con quest’oggi non si chiude un semplice anno solare, ma un ciclo. L’ampiezza di questo ciclo non tocca a me definirla, semplicemente mi affido al sentire e a quella peculiare capacità di visione interiore che si è sviluppata con la progressiva espansione di coscienza, e che negli anni si è raffinata considerevolmente, divenendo un attendibile mezzo con cui riesco a misurare la realtà interiore, interpretandone i messaggi, per riconoscerne i riflessi in quella fenomenica ed esteriore sia della mia vita personale, che collettiva.

E siccome quest’anno ha sancito il rilascio di vari aspetti fastidiosamente disturbanti e inibenti il Flusso Vitale Universale, non posso che ringraziare la Vita per ogni singolo attimo in cui mi sono dovuta fermare, chiudere in me stessa ed incontrare faccia a faccia ogni “inquilino scomodo” annidato nelle pieghe del mio sé inferiore, elaborando profondamente anche il più piccolo elemento di disarmonia presente dentro la mia coscienza.

La Vita… che ha bussato per insegnarmi, mostrarmi, far ri-incontrare aspetti visti e rivisti e tuttavia ancora presenti in misura e modalità differenti e su ottave sempre maggiori, affinché potessi rimuovere ogni parte di me non sincrona alla potentissima energia d’Amore proveniente dal Sole Centrale, il Cuore della Galassia, a cui ogni cuore (quello del Sistema Solare, quello planetario, quello di ogni uomo e creatura vivente) è allineato, in questo speciale momento della vita cosmica, sistemica e terrestre.

E la Vita, che in essenza è perfetta, mi ha dato tutte le opportunità e gli strumenti per liberarmi da blocchi e zavorre inutili, attraverso ogni persona che ho incontrato. Quindi desidero ringraziare tutti, ma proprio tutti, coloro che hanno incrociato il mio cammino: coloro che hanno scelto di allontanarsi e coloro che mi sono ancora accanto, coloro che si sono sforzati di comprendermi malgrado tutto e quelli che sono fuggiti trovandomi insopportabile, coloro che mi hanno voluta bene sinceramente e coloro che hanno solo preso finché hanno potuto per poi andar via senza nemmeno salutare, coloro che sono rimasti sempre fedeli a sé stessi e leali fino in fondo e quelli che non hanno il coraggio di guardarmi negli occhi. Infine, ringrazio tutti  coloro che sono entrati a far parte della mia vita negli ultimi scorci di questo affollatissimo anno… persone “nuove”, perché oggi sono nuova anche io.

Voglio dire grazie ad ognuno, nessuno escluso. Avete tutti lasciato qualcosa: a volte lieve, altre gioioso, altre ancora doloroso, ma tutti avete concorso a stimolarmi nella crescita, nell’autoindagine, nel perseverare a perlustrare sempre più profondamente spazi angusti e nascosti della mia personalità “scomoda”, così come a farmi prendere maggiore consapevolezza dei miei doni.

Ma soprattutto, dico grazie a chi mi ha deluso, ferito ed addolorato, perché grazie a quelle delusioni, ferite e dispiaceri vissuti con intenzionale consapevolezza oggi sono veramente libera e padrona della mia vita.

A voi va il mio affetto sincero. A voi il mio più accorato augurio di trovare la vostra Verità interiore, di poter realizzare autenticamente la nascita della Luce Spirituale, che possa divampare e dissolvere ogni vostra paura e illusione.

In ogni caso a tutti, tutti, tutti… auguro la capacità di lasciar andare tutto ciò che si frappone fra voi e la vostra Anima, e che la Luce entri prepotentemente nelle vostre vite portandovi gioia, armonia e pienezza!

Buon Anno 2016!

Sab.

Testo a cura di La Luce  di Gaia

riproduzione e diffusione consentite con citazione della fonte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...