Il corpo umano è la proiezione della nostra coscienza. Parte I

Il corpo umano è una proiezione olografica della nostra coscienza. Ognuno di noi influenza direttamente questo ologramma, quindi abbiamo il completo controllo sulla salute del nostro corpo fisico. Vediamo come funziona il meccanismo che sta dietro questo principio, fornendo le prove scientifiche tanto care alla nostra mente razionale.

Il pensiero umano produce la realtà.

Uno dei principi chiave della fisica quantistica è che i nostri pensieri producono la realtà. All’inzio del 1900 ciò fu provato senza ombra di dubbio con un esperimento chiamato della doppia fenditura. Si constatò che il fattore determinante il comportamento delle particelle di energia a livello quantico era la consapevolezza dell’osservatore.

Ad esempio, elettroni nelle stesse condizioni a volte si comportavano come particelle, altre sotto forma di onda (energia senza forma), in base a ciò che l’osservatore si aspettava dovesse accadere. Qualsiasi cosa l’osservatore credeva dovesse succedere era ciò che il campo quantico faceva.

Il mondo quantico attende che noi esprimiamo un intento perché si determini un suo comportamento. Per tale ragione i fisici quantistici hanno tante difficoltà a trattare, spiegare e definire il mondo quantico. Noi siamo davvero, in ogni senso, maestri di creazione, poiché decidiamo cosa far manifestare nella forma dal campo delle infinite possibilità.

Il punto è che la realtà a livello quantico non è un aspetto locale e insignificante della creazione. È tutto attorno a noi, ed è il più fondamentale livello della creazione. Il campo dell’energia umana interagisce e influenza il campo quantico attorno a noi in ogni istante, e l’energia delle nostre credenze ed intenzioni viene infusa nel nostro campo di energia, poiché essa è definita dall’energia emanata dai nostri pensieri ed emozioni.

Quindi l’insieme dei nostri pensieri, emozioni, credenze e intenzioni, ovvero il campo energetico umano, costantemente informano la realtà quantica esterna ed interiore a noi, in ogni singolo istante della nostra esistenza.

Poiché la realtà si muove con moto intermittente dentro e fuori dall’esistenza (ipoteticamente 1044 volte al secondo –  in base a quanto definito da Planck, come spiegato su “Resonance Project” del biofisico William Brown), ogni volta che la nostra realtà oscilla tra la forma e lo stato di energia pura del campo, la nostra consapevolezza, che è costante e non intermittente, informa il campo su come manifestarsi al suo ritorno dal livello quantico.

Così, ogni volta che oscilliamo nel livello senza forma abbiamo il totale e completo controllo, nonché la responsabilità di cosa scegliamo di portare in manifestazione nel momento successivo. La nostra abilità e potere dipende interamente da ciò che crediamo e soprattutto da come ci sentiamo.

Un esempio significativo è il caso di  Vittorio Michelli. Nel 1962 fu ammesso all’ospedale Militare di Verona, con un vasto tumore al fianco sinistro. I medici sapevano di non poterlo aiutare, così fu ritenuto incurabile e rimandato a casa senza ricevere alcun trattamento. Dopo circa dieci mesi l’osso del fianco sinistro era completamente disintegrato. L’ultima speranza fu di andare a Lourdes, dove si immerse nella fonte miracolosa.

Immediatamente si sentì meglio, recuperò l’appetito e fece qualche altro bagno nella fonte prima di partire.  Qualche mese dopo sentì un potente senso di benessere che lo spinse a ritornare dai medici per fare un’altra radiografia e questi rimasero sorpresi nel constatare che il tumore si era ritirato. Nei mesi a seguire i medici lo monitorarono costantemente e le lastre mostravano che il tumore continuava a regredire, fino a scomparire. Dopo che il tumore scomparve, l’osso del fianco iniziò a rigenerarsi.

Due mesi dopo, aveva ripreso a camminare e diversi anni dopo l’osso era totalmente rigenerato.

Normalmente ciò sarebbe considerato miracoloso, e davvero lo è, ma il vero miracolo risiede nel senso del vero potere dell’intenzione umana ed in ciò che l’essere umano crede. Inoltre, questa è una grande evidenza del fatto che esista una struttura energetica con cui il nostro ‘corpo materiale’ è allineato, infatti ciò spiega in modo logico come l’osso di Vittorio Michelli conoscesse esattamente la forma da assumere durante la sua ricrescita, cosa impossibile se non si ammette l’esistenza di una sorta di matrice energetica preesistente che istruiva la sua ricostruzione.

In medicina questo fenomeno poteva risultare sconosciuto e quindi miracoloso, ma non può dirsi la stessa cosa in fisica.  A livello atomico gli atomi si aggregano l’un l’altro per dare forma alle molecole, che hanno specifiche strutture geometriche, come se vi fosse una matrice energetica a cui si conformano, a stabilire le forme che esse devono mantenere.

Se i nostri corpi sono proiezioni di coscienza, allora la nostra coscienza crea una matrice energetica in cui i nostri atomi e molecole si allineano per crearli. Vi sono prove a sufficienza nelle nuove scoperte sul DNA che attestano l’esistenza di questa matrice energetica (o campo energetico umano), infatti è stato dimostrato che  il DNA trasmette, riceve e legge l’energia direttamente dal campo.

Il caso di Michelli è un perfetto esempio della capacità umana di riorganizzare strutture dal vuoto attraverso la nostra energia ed intenzione, portando in manifestazione ciò che desideriamo, direttamente fuori dal campo energetico, producendo risultati miracolosi. La chiave di questa guarigione dipende essenzialmente dal fatto che egli iniziò a sentirsi meglio, cominciando a credere di iniziare a guarire.

La maggior parte vorrà credere che Dio ha guarito quest’uomo e la cosa ci troverebbe comunque d’accordo, tuttavia bisogna modificare il punto di vista e ridefinire cosa o chi è DIO. Il punto è che ognuno di noi è Dio, perché la forza che chiamiamo Dio è energia e infinita coscienza al di là della creazione; pertanto se ci rivolgiamo all’interno di noi stessi, come pura coscienza, vale a dire acquietando il movimento mentale, grazie alla meditazione, allora ci apriamo all’infinito spazio delle possibilità che è la nostra stessa consapevolezza. Noi siamo inseparabili da quella coscienza creativa infinita. Siamo QUELLA coscienza e ESSA è noi.

Quando ci apriamo a questa energia, ci permettiamo di fluire ed essere inondati da “un potente senso di benessere” cominciamo a sapere che esso ha lo straordinario potere di creare la realtà e influenzare direttamente la nostra biologia.

Il corpo è una proiezione della nostra coscienza

E’ fondamentale comprendere il principio di intermittenza della realtà dentro e fuori la forma. E’ assolutamente cruciale per capire la nostra abilità di guarire, perché se per la metà del tempo siamo senza forma, allora: a.) chi siamo veramente? Perché ovviamente a questo punto i nostri corpi ed il mondo fisico hanno un certo grado di illusorietà; b.)  Cos’è la matrice che indirizza il riadattamento dei nostri corpi ogni volta che noi letteralmente ci “ri-materializziamo”?

La risposta ad entrambe le domande è: la coscienza.                                            I nostri corpi sono una proiezione olografica della nostra coscienza e sono la sintesi della totalità delle convinzioni che abbiamo di noi stessi. Se cambiamo ciò che crediamo su noi stessi, possiamo cambiare l’energia che definisce il nostro campo energetico  umano e quindi, ogni volta che ci ri-materializziamo 1044 volte al secondo, possiamo cambiare la matrice energetica a cui il nostro corpo si conforma.

(L’esatta struttura e dinamica della nostra nostra coscienza, che ci rende espressioni sia frattali che olografiche di questa infinita coscienza coscienza-Dio, può essere approfondita nella teoria sull’universo olografico di Nassim Haramein, e nel suo lavoro Crossing the Event Horizon.)

To be continued…

 

Testo estratto, tradotto e riadattato a cura di LaLucediGaia

fonte: http://www.zengardner.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...