Entrare nella tana del bianconiglio

Sentimenti quali disprezzo, acredine, frustrazione, delusione, imbarazzo, irritazione, risentimento, rabbia, gelosia e paura, considerati malevoli, in realtà sono chiari momenti che ci mostrano le aree della nostra vita in cui esistono dei blocchi, dei ristagni emotivi. Ci insegnano a sollevarci e sostenerci proprio quando siamo lì per crollare e battere in ritirata. Sono come dei messaggeri che ci mostrano, con terribile chiarezza, esattamente dove continuiamo a restare impantanati. Ognuno di questi momenti è il perfetto insegnante e, per nostra fortuna, è sempre con noi, ovunque noi siamo – Pema Chodron

In che modo questi momenti sono un perfetto insegnante? Perché ogni emozione negativa di fatto contiene una chiave d’accesso a parti di noi stessi che ignoriamo e che inconsciamente non desideriamo incontrare, poiché responsabili della sofferenza da cui fuggiamo e che, quindi, cerchiamo di evitare con ogni mezzo.

Se, invece, ogni volta che siamo pervasi da sentimenti distruttivi ci prendessimo la briga di portarvi l’attenzione, cercando di comprendere il perché delle nostre reazioni, senza attribuire le colpe all’esterno, ma partendo dal presupposto che tutto è originato da qualcosa già insito dentro la nostra coscienza, che distorce la percezione della realtà, e ci fa proiettare le emozioni negative sugli altri, gradualmente impareremo a conoscerci sempre più, comprenderemo il valore e l’importanza del malessere che alberga dentro di noi, e capiremo come esso ci possa guidare sul sentiero che conduce dall’oscurità alla Luce!

Realizzare giorno per giorno la consapevolezza di ciò che siamo e imparare a conoscersi un po’ alla volta è il vero compito dell’essere umano che sperimenta la vita nella materia. Ogni pratica in tal senso diventa una porta d’accesso; ogni tradizione, ogni percorso può essere valido, ma nessuno di essi potrà fare a meno della meditazione, in quanto mezzo attraverso il quale si deve conseguire l’acquietamento del movimento mentale, necessario a quella calma interiore che consente di osservarci dall’interno e senza quei rumori assordanti che la mente produce, proprio con l’intento di mantenerci alienati a noi stessi e separati dalla nostra vera essenza.

Testo a cura di LaLuceDiGaia

® Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...